Partner

Dall’esperienza pregressa consolidata, i partner del progetto hanno voluto rivedere ed aggiornare le strategie  di intervento, adattandole ai mutamenti sociali connessi alla “cittadinanza digitale” al fine di rispondere efficacemente ai nuovi bisogni emergenti.

 

L’I.T.I.S. Galileo Galilei di antica tradizione, è situato nel quartiere Esquilino. È dunque collocato in una posizione strategica e proprio per questo motivo l’utenza risulta abbastanza composita. Il territorio, sin dagli anni ’90, è stato meta di un consistente e continuo flusso migratorio che ne ha modificato il tessuto sociale ed economico definendo così in una realtà sociale multiculturale, forte stimolo per costruire percorsi di inclusione, di promozione di una cittadinanza attiva e per una cultura della partecipazione. L’Istituto rappresenta un importante punto di riferimento per il territorio con il quale crea interazione per efficaci azioni di integrazione.

 


L’I.I.S. Carlo Urbani riunisce dal 2000 i due istituti professionali statali operanti nel X municipio l’ex IPSTCP “Gino Zappa” di Ostia e l’ex IPSIA “E. Berlinguer” di Acilia. Così come molte scuole dell’estrema periferia cittadina, rappresenta un panorama ampio di vissuti personali spesso distanti se non antitetici e nonostante il processo di riqualificazione delle periferie romane, il bacino d’utenza di entrambe le sedi dell’Istituto è prevalentemente deprivato ed emarginato. Un buon numero di studenti proviene da famiglie spesso alla ribalta della cronaca e loro stessi implicati in fatti malavitosi. La scuola accoglie un’alta percentuale di ragazzi confluiti dalla formazione professionale (CIOFS e CNOSFAP) e di ragazzi con disabilità certificata provenienti dagli Istituti Comprensivi del territorio.

 


L’I.C. Daniele Manin da anni rientra tra le scuole romane con più forte presenza di alunni non italiani e raccoglie con successo la sfida universale di apertura al mondo, di pratica dell’uguaglianza nel riconoscimento del valore delle diversità coinvolgendo entità territoriali e famiglie in un contesto interculturale. La condivisione dei valori dell’istituto con le famiglie e il territorio consente di rispondere in modo efficace e puntuale ai bisogni della comunità scolastica e del quartiere.

 


L’Università degli Studi Link Campus University da anni pone le basi teoriche e pratiche per la formazione di figure professionali esperte nella produzione di applicazioni, servizi digitali e contenuti per l’editoria multimediale, attraverso l’uso di metodologie e strumenti necessari ad affrontare le dinamiche e le richieste di un mercato complesso ed in continua evoluzione.

 

 


L’Associazione E-TutorWeb attraverso l’esperienza delle azioni/progetti realizzati negli anni, in una rete territoriale di scuole, di associazioni e di istituzioni presenti sul territorio, mette a disposizione un capitale umano open minded (giovani, studenti delle scuole) che, con competenze informatiche e comunicative, collabora all’attività redazionale sul web fornendo un approccio diretto con i ragazzi tramite i ragazzi.

 


La TeArca Onlus da anni lavora in molte realtà difficili, portando il teatro come strumento culturale di riflessione, bellezza e gioco. Grazie alla grande passione e all’esperienza maturata nel tempo, ha intrapreso collaborazioni artistiche con scuola, università e carcere. Da queste esperienze è nato un laboratorio teatrale integrato, composto da ragazzi disabili, ragazzi normodotati, artisti professionisti coinvolti nelle attività laboratoriali messe in atto presso gli Istituti in rete.

 


Il CIES – Centro Informazione e Educazione allo Sviluppo Onlus, in Italia, svolge attività di Educazione e Formazione, in particolare: ricerca, educazione allo sviluppo, alla legalità e ai diritti, all’intercultura e alla cittadinanza globale, tra cui programmi nelle scuole (laboratori di animazione culturale, servizio di mediazione linguistico-culturale e corsi di formazione per insegnanti e operatori, insegnamento L2 per docenti e alunni non italiani). A sostegno di tali attività cura la raccolta e la produzione di documentazione, materiali didattici ed audiovisivi presso il suo Centro di Documentazione Interculturale che è inserito nel Sistema delle Biblioteche Nazionali. Il CIES dal 1995 svolge attività di Mediazione Culturale. Nel 2009 riceve in gestione dal Municipio Roma Centro Storico il Centro di aggregazione giovanile MaTeMu’ (zona Esquilino – Roma).